Il tuo indirizzo IP è 162.158.78.187     

Chiarimenti sulle VLAN: default vlan, PVID, porte tagged e untagged

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 2 - collegamento

Mi capita spesso di incontrare colleghi in difficoltà nell'uso di switch managed, nel momento in cui devono gestire le VLAN e configurarle su più switch. I dubbi riguardano in particolare i concetti seguenti:

  • porte tagged
  • porte untagged
  • Default e Native VLAN
  • PVID

VLAN: le LAN virtuali

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 2 - collegamento

Per definizione, le VLAN rappresentano un metodo per segmentare un dominio di broadcast in più domini di dimensione ridotta. A livello 2, ogni VLAN contiene solo il traffico dei dispositivi appartenenti a quella VLAN. Con le VLAN si possono creare gruppi di lavoro con dispositivi ubicati fisicamente in qualsiasi punto di una rete, che possono però comunicare come se fossero sullo stesso segmento fisico.

SSH chiave pubblica, chiave privata e binding

Written by Luca Mazzanti on . Posted in Livello 7 - applicazione

La mille funzioni di SSH: ne riporto alcune meno pubblicizzate, ma molto comode. Supponiamo di avere un computer in azienda dove vogliamo collegarci. L'azienda è protetta da firewall, noi vorremmo collegarci a questo computer senza modificare niente sul firewall. Inoltre vorremmo collegarci in maniera veloce senza dover ricordare molti indirizzi o password. Vediamo quali passi dobbiamo compiere per raggiungere questo risultato.

La dimensione dei pacchetti e il concetto di MTU

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 3 - rete

In questo articolo parleremo della segmentazione dei dati scambiati in una rete, concentrandoci sulle dimensioni dei pacchetti e sul concetto di MTU, Maximum Transmission Unit, ovvero la grandezza massima, espressa in byte, che può avere un pacchetto.

Il concetto di MTU genera spesso confusione, in particolare nel momento in cui lo si vuole associare ai vari livelli della pila ISO OSI. Per chiarire ogni dubbio, diciamo subito che per MTU si intende la dimensione massima (1500 byte) dei pacchetti a livello 3 (rete).

Qualità di una linea ADSL: i valori di Attenuazione e Margine di Rumore

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 1 - fisico

Sulla normale linea di tipo analogico la connessione avviene grazie al doppino telefonico, dove le comunicazioni passano su una banda di frequenza compresa tra i 300 e i 3400 Hertz. La frequenza, misurata in Hertz, indica il numero di oscillazioni o di cicli di un’onda elettromagnetica nell’unità di tempo. Aumentando il numero di cicli, e quindi aumentando la frequenza, aumentano le informazioni che possono essere gestite nell’unità di tempo e, di conseguenza, i dati che possono essere trasmessi.

Subnetting VLSM e piano di indirizzamento IP

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 3 - rete

Il meccanismo CIDR (Classless Inter-Domain Routing), introdotto nel 1993, permette di utilizzare l'indirizzamento ip senza l'utilizzo delle classi. In particolare indica la capacità dei router di gestire rotte di tipo classless (senza classe). La notazione CIDR specifica in coda da quanti bit è formata la parte rete di un indirizzo: ad esempio, l'indirizzo di classe C 192.168.2.7 con maschera di rete 255.255.255.0 diventa semplicemente 192.168.2.7/24.

Gli indirizzi IP e la comunicazione tra host

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 3 - rete

Un Indirizzo IP è un numero che identifica in modo univoco un dispositivo collegato a una rete informatica basata sullo standard di comunicazione TCP/IP. Gli host possono comunicare con reti diverse grazie agli indirizzi IP, composti da una sequenza di 32 bit suddivisi per convenzione in quattro gruppi di 8 bit.

VPN IPSec

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 3 - rete

Le VPN, o reti private virtuali, vengono create per estendere e mettere in comunicazione diretta due o più reti private, attraverso reti esterne e/o pubbliche come Internet. In pratica si utilizza Internet come infrastruttura per connettere le proprie reti private.

PPP - Point to Point Protocol

Written by Alessio Carta on . Posted in Livello 2 - collegamento

Il PPP, Point-to-Point Protocol, è uno dei più comuni standard di incapsulamento a livello 2, utilizzato per collegamenti WAN.  Trattandosi di uno standard aperto, consente la comunicazione tra apparecchiature di produttori diversi.

Utilizzando questo sito accetti l'uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità mirata (tramite Google AdSense). Clicca qui per maggiori informazioni